Ottobre missionario 2022

Spunti, approfondimenti, sussidi dalla Chiesa Italiana clicca qui


fidanzati - matrimonio

https://www.parrocchiealtavaldinon.it/wp-content/uploads/2022/09/Percorso-fidanzati-2022-23.pdf


Si è concluso il campeggio della pastorale giovanile Alta val di Non, il Lundo Summer Camp. Una settimana ricchissima di emozioni, risate, commedie, riflessioni, di bassi a tutto volume che facevano tremare la struttura, di mangiate, di giochi, di camminate e anche nuotate e a volte anche di pianti e arrabbiature, ma soprattutto una settimana di amicizia vera con la A maiuscola. Anche il nostro Vescovo è rimasto veramente entusiasta dell’incontro con noi!

I ragazzi del Lundo Summer Camp hanno incontrato il nostro Vescovo Lauro: un incontro pieno di domande e risposte ma soprattutto pieno di emozioni!!!

Alla pagina Giovani – pastorale giovanile – Parrocchie Alta Val di Non potete trovare alcune foto del campeggio.

Cliccando qui invece trovate Incontro con il vescovo Lauro – YouTube

Cliccando qui trovate il video LUNDO SUMMER CAMP 2022 – YouTube


Si è spento nella sua missione in Tanzania, all’età di 83 anni, Padre Camillo Calliari, per tutti Baba Camillo, originario di Romeno

Nato a Romeno il 8/04/1039 – Morto a Kipengere il 25/07/2022

Hai dato la vita per i poveri, ora loro ti accolgono nel Paradiso.

Si è spento nella sua missione in Africa, all’età di 83 anni, Padre Camillo Calliari, per tutti Baba Camillo.

Nato a Romeno, in Val di Non, l’8 aprile del 1939, in una famiglia di contadini, fin da bambino ha sempre coltivato il sogno di andare in Africa per aiutare le persone più povere e bisognose. Ordinato sacerdote nel dicembre del 1965, il suo sogno si realizza quando, diventato missionario della Consolata, viene mandato in Tanzania: è il 1969. La sua prima missione è quella di Kisinga e, a quel tempo non c’era ancora nemmeno la chiesa, però nelle semplici camere dei padri c’era un grande lusso: l’acqua corrente. Il piccolo acquedotto della missione era l’unico presente in tutta la zona. Osservando la gente, soprattutto le donne, che ogni giorno erano costrette a scendere fino in fondo alla valle per attingere l’acqua, padre Camillo sente che deve fare qualcosa per migliorare la situazione perché senza acqua potabile nelle vicinanze, la vita è impossibile, anche perché questa situazione contribuisce alla proliferazione di molte malattie come il colera. Nelle missioni dove viene mandato negli anni successivi, il suo impegno più grande sarà proprio dedicato alla costruzione di acquedotti, che oggi vengono utilizzati da più di 16.000 persone.

In seguito l’opera di Padre Camillo si era spostata nel villaggio di Kipengere, una piccola comunità africana nel sud della Tanzania dove le montagne toccano i 2200 metri e fa freddo tutto l’anno, dove aveva costruito un orfanotrofio totalmente autosufficiente. La cittadina conta circa 3000 abitanti.

Molti i suoi campi di azione, con un’attenzione speciale per quanto riguarda l’acqua: ha costruito vari acquedotti nelle varie realtà dove si è trovato ad operare per agevolare la vita delle persone. Anche la formazione professionale dei giovani è stata un’attività da lui molto seguita nel mondo della falegnameria per quanto riguarda i ragazzi e del taglio e cucito, cucina, orticultura per le ragazze.

Nel 2012 il missionario era stato colpito da un’ischemia coronarica che lo aveva costretto al ricovero, ma una volta migliorate le sue condizioni era tornato, con lo stesso entusiasmo e la voglia di mettersi al servizio nella sua missione, per occuparsi in particolare dei bambini più piccoli, orfani a causa dell’Aids, rappresentando per loro nei suoi ultimi anni una preziosa figura di nonno affettuoso.


Le parrocchie dell’Alta val di Non hanno organizzato un mini GREST estivo rivolto ai bambini e ragazzi dalla I° elementare alla II° media.

Alla pagina Oratorio / Attività estive – Parrocchie Alta Val di Non trovate le foto delle nostre uscite!



Accoglienza delle famiglie ucraine nelle nostre canoniche – vedi sezione Caritas QUI



A piccoli gruppi rispondiamo a due domande:

1) Che cosa suscita in te la parola Chiesa

2) Qual è la tua esperienza della comunità credente?

Mandiamo le risposte a camminosinodale@diocesitn.it


Don Alberto Pinamonti sabato 5 febbraio, all’età di 87 anni, è tornato alla Casa del Padre. Lo ringraziamo per la sua presenza umile e discreta in mezzo a noi, per la sua grande umanità e la sua attenzione affettuosa e delicata alle persone, in particolare verso gli ammalati e gli anziani della casa di riposo. E’ stato un uomo di Dio, e un segno del suo amore gratuito in mezzo a noi.

Grazie don Alberto! Riposa in pace nell’amore di Dio ma non dimenticarti di “dare un’occhiata” alle nostre parrocchie.

Nato a Tuenno, venne ordinato a Trento nel 1958. Fu vicario parrocchiale a Brentonico (1958-1959), Besenello (1959-1964), e quindi parroco a Serrada (1964-1974), S. Anna e Raossi (1974-1977), vicario parrocchiale a Cles (1977-2000), ed infine collaboratore pastorale a Fondo e Tret (2000-2011) e nell’unità pastorale a Fondo (2011-2021). Dal 2021 era ospite alla Casa del Clero, dove si è spento. I funerali sono stati celebrati martedì 8 febbraio a Tuenno


Offerte per la tua parrocchia – Parrocchie Alta Val di Non

Al link qui sopra potete trovare il codice IBAN per fare le offerte per il riscaldamento delle nostre parrocchie



Si è concluso il corso di formazione e aggiornamento per Ministro dell’Eucarestia. E’ stato conferito il mandato a 13 nuovi Ministri delle nostre parrocchie. Li ricordiamo nella preghiera.


Al link sottostante potete trovare la modulistica per la domanda di battesimo, per le processioni e per l’utilizzo delle sale parrocchiali

Modulistica – Parrocchie Alta Val di Non


Il racconto di suor Mariangela Anzelini di Fondo, nel monastero delle Passioniste a Loreto, sulla malattia e la guarigione dal Covid.


Catechesi di comunità… Clicca qui!

Riprende la catechesi! Ma in una forma un po’ diversa… vorremmo coinvolgere, insieme ai bambini e ragazzi anche la comunità cristiana, i genitori e i gruppi ecclesiali presenti in parrocchia.

In ogni parrocchia, un incontro in chiesa, una volta al mese (7 incontri) attorno alla Parola di Dio, per sentirci comunità che ascolta insieme il suo Signore e cerca di valorizzare i legami e i rapporti umani…

E poi a seconda delle parrocchie degli incontri specifici per ogni gruppo

Qui troverete tutte le informazioni


Incontri per i giovani e gli adolescenti.

Per rimanere aggiornato sulle nostre attività del gruppo Ado – pastorale giovanile clicca il link qui sotto!

Clicca qui!!!


Clicca qui per seguire in diretta le S. Messe su YouTube. Invitiamo tutti a iscriversi al Canale, cliccando su “iscriviti”.


Invito a tutti i giovani dai 18 ai 35 anni

In questo tempo difficile, facciamo emergere l’aiuto, la solidarietà con chi fa più fatica. Vuoi aiutare qualche bambino/a nello svolgimento dei compiti on-line? Alcuni hanno già aderito. Vieni anche tu! Per informazioni puoi telefonare a Daniela (340 2564412) o a don Carlo (334 9792382).


Comunione agli ammalati

Vista la particolare situazione sanitaria è data la possibilità che la Comunione agli anziani o ammalati sia portata in casa da un familiare/parente convivente con l’ammalato, anche se non è ministro della Comunione. Contattare d. Carlo per informazioni. Qui potete trovare la preghiera per portare la Comunione agli ammalati.


Il CEDAS ALTA VAL DI NON è aperto regolarmente il SABATO dalle 9.00 alle 11.00 solo su appuntamento. Per prenotarlo chiamare il numero 340 8205938 dal lunedì al venerdì dalle 19.30 alle 21.00.

Qui sotto trovate l’appello alle famiglie della Parrocchie dell’Alta Val di Non da parte della Caritas sulla questione casa

RACCOLTA VIVERI PER LE PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ:

È stata organizzata, anche questo mese di agosto, dalla Caritas Alta Val di Non, la raccolta viveri per le famiglie della zona in difficoltà, in collaborazione con la direzione della Famiglia Cooperativa Val di Non e gli addetti alle vendite del supermercato EUROSPIN di Sarnonico .

AIUTACI AD AIUTARE

ATTIVITÀ DELLA CARITAS svolte nel 2021


Il foglietto settimanale è pubblicato anche in versione digitale clicca qui. Per riceverlo direttamente via WhatsApp, manda un messaggio WhatsApp a don Carlo (334 9792382) scrivendo il tuo nome e la parola “iscrivimi”


Disposizioni per la partecipazione alla Messa festiva

  1. I posti in chiesa sono limitati. Raggiunto il numero massimo previsto non si potrà più entrare in chiesa.
  2. Si entra in Chiesa solo dalla porta principale.
  3. Chiediamo che le persone che vogliono partecipare alla S. Messa, vengano in Chiesa con un po’ di anticipo per permettere l’afflusso ordinato e la sistemazione in Chiesa prima dell’inizio della Messa.
  4. Il distanziamento tra una persona e l’altra nei banchi deve essere minimo di 1 metro
  5. Non può accedere alla chiesa: chi presenta sintomi influenzali / respiratori; chi ha temperatura corporea superiore ai 37,5°; chi è stato a contatto con persone positive al Covid nei giorni precedenti; è in quarantena o in isolamento domiciliare
  6. È obbligatorio avere la mascherina, che copre naso e bocca. Viene raccomandato l’uso della mascherina FFP2. 
  7. Quando si entra in chiesa è obbligatorio igienizzarsi le mani con il gel disinfettante che è posto all’entrata della chiesa.
  8. La Comunione viene distribuita ai fedeli solo sul palmo della mano.
  9. Si cercano volontari per fare “servizio d’ordine” e per igienizzare le chiese.

Qui sotto potete trovare preghiere da recitare in famiglia in questo tempo di prova
Preghiere nel tempo della prova clicca qui

Video e foto di speranza dei nostri bambini e ragazzi clicca qui


Per la fare la catechesi in famiglia con un film clicca a questo link!


L’intera comunità cristiana trentina è invitata a raccogliersi per un momento quotidiano di preghiera al suono della campana dell’Ave Maria di tutte le chiese, alle ore 20.30. L’invito è rivolto a tutta la Diocesi: famiglie, singoli fedeli, comunità religiose. «È importante – richiama l’arcivescovo Lauro – sentirci uniti nell’invocazione a Dio, affinché possa finire presto questa grande calamità. In giorni così drammatici (…) Gesù soffre con noi: la paura e l’incertezza di tutti non travolgano il coraggio e la speranza che solo Lui può infonderci.”


ANGELUS

L’Angelo del Signore portò l’annunzio a Maria
(tutti) Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo.

Ave Maria…

Eccomi, sono la serva del Signore.
(tutti) Si compia in me la tua parola.

Ave Maria…

E il Verbo si fece carne.
(tutti) E venne ad abitare in mezzo a noi.

Ave Maria…

Prega per noi, santa Madre di Dio.
(tutti) Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.

Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre, tu, che all’annuncio dell’Angelo ci hai rivelato l’incarnazione del tuo Figlio, per la sua passione e la sua croce guidaci alla gloria della risurrezione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Gloria al PadreL’eterno riposo



Il vescovo ci ha ricordato che:

… il venir meno dei preti fa venire alla luce la Comunità. Oggi si va facendo strada il fatto che è la Comunità destinataria della fede e che è chiamata a gestirla. Il criterio evangelico non è se siamo minoranza o maggioranza, ma la certezza che siamo “sale e lievito per tutta l’umanità”. La Comunità è meno ideologia e più concretezza, è incontro. Noi oggi siamo chiamati a mostrare il Vangelo con la vita. Lo avete richiamato con la citazione di san Francesco di Sales: “Non parlare di Dio, ma vivi in modo tale che te lo chiedano”. L’accreditamento del Vangelo non va affidato al prete, ma alla Comunità.

Per leggere una sintesi dell’intervento del vescovo https://www.parrocchiealtavaldinon.it/attivita-pastorali/formazione/